APPARTAMENTO 2001

Spazi accessibili: da criticità ad opportunità

1/2

Questa contenuta ristrutturazione, che vede mutare degli spazi recenti da luogo di lavoro ad abitazione, affronta un tema importante con il quale almeno una volta nella sua vita progettuale un architetto dovrebbe entrare in contatto: l’accessibilità.

La prima cosa che capirebbe è che la progettazione accessibile non è una ricetta precisa ed assoluta e tantomeno un compendio di normative scritte, bensì una raccolta di esperienze, di confronto e di scelte di buon senso che possono rendere gli spazi e la vita quotidiana migliore per tutti.

Progettare accessibile si rivela così, più che una progettazione speciale, una buona progettazione, attenta alle esigenze di chi vivrà il progetto, così come dovrebbe sempre avvenire per uno spazio privato.

Accessibilità elegante…

Molto spesso si pensa che progettare spazi accessibili significhi riempirli di arredi ospedalieri. Tutt’altro, è possibile invece arredare in modo assolutamente libero, facendo semplicemente attenzione ad alcuni dettagli.

 

In questo appartamento il tutto è commisurato alle esigenze personali di chi lo abita, particolari nella fruizione dello spazio, possibile in altezza ma con delle limitazioni nei percorsi e nei movimenti in orizzontale.

In particolare gli spazi e gli arredi della cucina e del bagno, che sono gli spazi più “funzionali”, sono stati distribuiti e disegnati per permettere un completo utilizzo degli ambienti e delle funzioni. Ma questo non ha affatto significato limitarsi nella scelta di materiali, finiture e complementi per rendere tali spazi anche ricercati.

Per il bagno in particolare, che oggi è diventato uno degli ambienti più importanti della casa nelle finiture, è stato scelto per il rivestimento delle pareti un materiale innovativo come la marmoresina, che rende le pareti di questo ambiente un "pezzo unico".

… ed eleganza accessibile

Infatti, proprio parallelamente all’attenzione per gli spazi, è stata la cura per le finiture, i dettagli e i complementi a caratterizzare questa trasformazione, che ha visto addirittura cambiare gli spazi interni da un luogo di lavoro tecnico-produttivo ad un appartamento per la vita quotidiana.

1/3

Gli spazi esistenti sono quindi stati reinterpretati secondo una nuova logica domestica, ma senza ricorrere ad alcuna demolizione, a dimostrazione ancora una volta che è l’approccio ad uno spazio il primo ingrediente per la sua caratterizzazione accessibile. Nella zona giorno, open-space, sono infatti gli arredi stessi a determinare le aree e le funzioni.

Qualità architettonica e ricerca estetica possono quindi essere ugualmente protagonisti ed anzi, l’attenzione alla fruizione degli spazi diviene una opportunità per una progettazione più attenta, consapevole ed efficace, pertanto di maggiore qualità.

TUTTE LE FOTO DI APPARTAMENTO 2001

LE OPERE REALIZZATE

RIFACIMENTO

BAGNO

IMPIANTO

ELETTRICO

RIFACIMENTO

PAVIMENTI

FINITURE

ARREDI

Opere edili | Lamonese-MF

Impianti | L'idraulico di Fabbro Mauro (termoidraulico);

                  LEF Informatica (elettrico)

Finiture e complementi bagno | Lamonese M-F

Porte interne | Fapla srl

Arredi | Filo Diretto di Toppan Luigi

  • Facebook - White Circle

RIMODULA

Viale Venezia 12 | UDINE

info@rimodula.it

© 2018 by RIMODULA